Home Calabria

Calabria

images

DAVIDE GUERRASIO

 

Lavoro nel mondo del poker ormai da qualche anno, sono stato anche tra i responsabili Network di una nota Room italiana, nel mondo del live la mia esperienza è iniziata circa un anno fa quando mi è stata data la possibilità di essere uno dei responsabili del torneo ESPT.

Non gestisco Circoli.

Mi sono avvicinato a FIGP grazie alla conoscenza con l’attuale vicepresidente Mario Sfameni, è stato lui stesso ad informarmi del progetto poker sportivo  2.0

Penso che questo nuovo progetto possa far rinascere un settore che, dopo l’exploit iniziale, ha visto nell’ultimo periodo un calo, credo fondamentalmente che il calo del numero dei giocatori sia imputabile al fatto che molti abbiano iniziato a giocare online per potersi svagare e nei circoli che hanno comunque operato nel tempo non ci sia stato un gioco “sportivo”,quindi il ritorno alla vecchia tipologia di torneo, freezout con buy in contenuti, il poker possa ritrovare nuova linfa.

Credo che i giocatori, non solo nella mia regione ma in generale, debbano riabituarsi a questa versione del poker che è prettamente sportiva,al di la della prima reazione, conoscendo il progetto, i giocatori apprezzeranno molto ilprogetto poker sportivo 2.0

Sia circoli chei i giocatori dovrebbero aderire a questo progetto perchè, per com’è strutturato,darà davvero a tutti la possibilità di emergere, non sarà solo chi ha più soldi ad avere più possibilità ma tutti, come nello spirito di qualunque sport, partiranno con le stesse possibilità, poi la differenza sarà fatta dal  talento, impegno, costanza e studio, come in tutti gli sport.

Il progetto poker sportivo 2.0,come detto precedentemente, integra in sè esattamente in concetto di sport poichè ad emergere sarà effettivamente chi avrà saputo sfruttare al meglio il proprio talento, qualcuno sicuramente dirà che il poker non è un sport, senza andare ad approfondire l’etimologia della parola “sport”, posso dire che il concetto di sport possa essere affiancato a tutte quelle attività che richiedono uno studio e un allentamento costante, il poker è una di queste discipline, cosi come lo sono gli scacchi, intelligenza, tattica, apprendimento, studio delle partite.

Sono entusiasta realmente del direttivo FIGP poichè ha dimostrato di tenere davvero al proprio progetto, impegnandosi su tutti i fronti per poter conseguire un obbiettivo caro alla Federazione da molti anni, vedere l’impegno profuso e l’intelligenza nel seguire le strade giuste non può che lasciarmi affascinato.

Per il futuro, come Delegato Regionale FIGP, ho intenzione di diffondere il più possibile la cultura del poker sportivo e far rinascere in tutti i calabresi la passione per il poker.